Bollate raccoglie alimenti per le famiglie bisognose

Padova, Ristretti orizzonti, 7 novembre 2020

Iniziativa di solidarietà dei detenuti della II Casa di reclusione di Milano

I detenuti dell'associazione 'Catena in movimento' del carcere di Bollate, in collaborazione con l'associazione 'Milano positiva', hanno raccolto alimenti a favore di 40 famiglie bisognose del Comune di Milano.
All'iniziativa - che si è svolta sabato 7 novembre 2020 nella chiesa di san Gabriele arcangelo in Mater dei, in via Termopili 7 - era presente Laura Specchio, presidente della commissione Politiche per il lavoro, nonché Capogruppo consiliare di 'Alleanza Civica per Milano'.
Un gesto di solidarietà che unisce chi "sta dentro con chi sta fuori", ha affermato la Specchio.
Questo è lo spirito dell'iniziativa 'Insieme abbattiamo l'indifferenza', che coinvolge i detenuti delle due associazioni di promozione sociale - attive all'interno del Municipio 2 - da sempre attente alle esigenze dei più bisognosi.
Le associazioni - soprattutto in questa fase di Lockdown e con il problema della reperibilità alimentare divenuto un'emergenza - hanno cominciato a collaborare con le associazioni 'Pane quotidiano' e 'Banco alimentare' per raccogliere e distribuire derrate alimentari ai più bisognosi, ispirati dai concetti della "Giustizia riparativa" e dalle parole di papa Francesco e del Presidente della Repubblica, secondo cui "La vera pandemia è l'indifferenza" e che "ora più che mai, invocano l'unione e la coesione di tutti per affrontare il dramma che il pianeta intero sta vivendo".
I detenuti di Bollate, coinvolti in questo progetto, sono riusciti a valorizzare il loro tempo raccogliendo quasi 100 kg di generi alimentari devoluti a 40 famiglie bisognose.
 

Aggiornato il: 09/11/2020