Rinnovare la concessione di cellette o colombari: cos'è, come funziona

L’Amministrazione comunale non invia comunicazioni individuali ai cittadini/cittadine per informarli che una concessione è in scadenza. Spetta, infatti, alle persone interessate verificare la scadenza dei manufatti e rinnovare la concessione.

Ogni anno il Comune indica i reparti di colombari e cellette in scadenza tramite manifesti affissi, oltre che nei cimiteri e sull'Albo Pretorio, anche nelle strutture pubbliche di maggior affluenza. Per le concessioni stipulate a partire dall'anno 2000 è possibile verificare le date di scadenza consultando il Fascicolo del Cittadino.

Controlla i manifesti per rinnovi di colombari e cellette scadute.

Il rinnovo può avvenire una sola volta e la sua durata attualmente è pari alla metà di quella inizialmente pattuita, ovvero:

  • 20 anni per i colombari
  • 15 anni per le cellette.

Il rinnovo decorre dalla data di scadenza della concessione originaria.

Il costo è pari ai due terzi della tariffa applicata per la concessione del manufatto in vigore al momento del rinnovo.

Le tariffe potranno subire variazioni per effetto degli adeguamenti annuali (decorrenza 1° gennaio) o in seguito all'adozione di provvedimenti da parte dell’Amministrazione comunale.

Le tariffe aggiornate sono consultabili qui.

Le condizioni di rinnovo sono indicate sul contratto cartaceo.

In sintesi, ecco i punti chiave: 

  1. obbligo per chi ha la concessione di osservare le norme del Regolamento comunale dei Servizi funebri e cimiteriali e le disposizioni di legge in materia;
  2. impegno da parte di chi ha la concessione e/o dei suoi eredi di comunicare formalmente all'Amministrazione comunale, con assoluta tempestività, ogni cambio di indirizzo del proprio domicilio;
  3. impossibilità di ulteriori rinnovi alla scadenza della concessione rinnovata.

Se preferisci non rinnovare la concessione del manufatto e dare altra collocazione alla persona defunta consulta:

oppure contatta i nostri uffici (vedi box Informazioni).

Se entro la data indicata sul manifesto non si rinnova la concessione del manufatto o non viene disposta altra collocazione alle persone defunte, il Comune programma d’ufficio le attività di estumulazione:

  • le salme non ancora mineralizzate verranno inumate nel campo indecomposti;
  • i resti ossei saranno conferiti in ossario comune;
  • le ceneri nel cinerario comune.

Anche il programma delle estumulazioni di cellette e colombari scaduti e non rinnovati viene reso noto tramite manifesti (clicca qui), affissi oltre che nei cimiteri e sull’Albo Pretorio, anche nelle strutture pubbliche di maggior affluenza.

Per informazioni e appuntamenti

Ufficio Rinnovi Sepolture, Esumazioni, Estumulazioni
via Larga, 12 - 1° piano - stanza 111
orario: solo su appuntamento, dal lunedì al venerdì, dalle 08:30 alle ore 14:30

  • per fissare un appuntamento
    tel. 02 884.62246 / 02 884.62189
    orario per le telefonate: dal lunedì al venerdì, dalle 13:30 alle 15:30
    e-mail: dsc.funebririnnovi@comune.milano.it

Utilizza i servizi

Aggiornato il: 05/12/2023